.
Annunci online

 
Tony_ 
nata voce sulitaria
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 

Add to Technorati Favorites
  cerca


 

Diario | Poesia & Letteratura | Storia,Leggende,Religione & Culto | Web & Intrattenimento | Scienza, Medicina & Salute | Arte, Moda & Fotografia | Animali, Esseri viventi & Co. | Scienza,Fantascienza & Mistero | Articoli Prodotti & Pubblicità | Cinema, Tv, Musica & Spettacolo | Cucina, Alimenti & Bibite | Notizie & Politica | SPORT | Computer & Internet | Non tutti sanno che.... | Viaggi,Vacanze & Luoghi | GIOCHI |
 
Diario
496082visite.

5 marzo 2008

L'AMORE DI ANNA FRANK

 

 
Peter Schiff 
 
AMSTERDAM (Reuters) -
 
Ecco finalmente una fotografia del ragazzo con i "bei occhi marroni" di cui Anna Frank parla nel suo famoso diario.
Il ragazzo si chiama Peter Schiff e una sua foto è stata donata al Museo dedicato ad Anna Frank (ad Amsterdam) dal suo amico d'infanzia Ernst Michaelis che si è reso conto solo pochi giorni fà che al museo mancava un'immagine del ragazzo e proprio mentre rileggeva il diario.  Lui e Peter erano amici di scuola ed aveva capito che era Peter l'amico a cui Anna faceva riferimento nel diario.
Lei scrisse: "Ho dimenticato che non ho ancora detto niente della storia del mio unico vero amore. Peter è il ragazzo ideale: alto, snello e bello, con un serio, silenzioso e intelligente sguardo...... Ha i capelli scuri, bei occhi marrone, guance rosse e un gradevole naso a punta. Ero matta per il suo sorriso che lo rendeva così infantile e malizioso".
Questo è quanto nel 1940 Anna scriveva in merito al tredicenne Peter, quando lei ne aveva appena 11.
Anna doveva poi morire nel campo di concentramento di Bergen Belsen nel 1945, mentre Peter morì più tardi ad Auschwitz.
Michaelis, ora ottantunenne, aveva frequentato una scuola ebraica con Schiff a Berlino nel 1930 prima che entrambe le famiglie fuggissero dai nazisti. E proprio prima di partire i due ragazzi si scambiarono le fotografie.
 
Anna incontrò Peter poco prima di nascondersi, ma scrisse di lui solo un anno più tardi, dopo averlo sognato. 


<<È un gran miracolo che io non abbia rinunciato a tutte le mie speranze perché esse sembrano assurde e inattuabili. Le conservo ancora, nonostante tutto, perché continuo a credere nell'intima bontà dell'uomo. >>
(Anne Frank)
 
 
 
 
 


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Anna Frank

permalink | inviato da feel il 5/3/2008 alle 20:6 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa
sfoglia
febbraio        aprile